Home » News » Il Software.it
Il Software.it
IlSoftware.it
IlSoftware.it: il portale italiano sul software - Le ultime notizie

  • Windows 11 dice addio a Skype e guarda a Microsoft Teams
    Windows 11 è diventato indiscutibilmente il tema del momento. Durante gli ultimi giorni abbiamo già parlato del nuovo sistema operativo Microsoft passando in rassegna alcune delle sue novità più importanti. Le anticipazioni su Windows 11, tuttavia, non si fermano e oggi sono emersi alcuni dettagli interessanti.

    Windows 11 arriverà senza Skype preinstallato: ciò non significa che l'applicazione scomparirà (sarà sempre installabile gratis attraverso il Microsoft Store) ma semplicemente che non verrà preinstallata. Anche il pulsante Riunione immediata aggiunto nella traybar con l'installazione di Windows 10 20H2 che permette di avviare una riunione istantanea su Skype viene adesso rimosso. La funzione non ha raccolto il successo sperato e in Windows 11 non sarà più disponibile.

    Microsoft sta invece lavorando su un'alternativa incentrata su Teams: essa permetterà di organizzare una riunione immediata.
    Stando agli indizi sin qui emersi la nuova funzionalità dovrebbe chiamarsi Meet & Chat e dovrebbe presentare un'interfaccia in linea con quella di Windows 11 così da facilitare le interazioni degli utenti.

  • Open Fiber: aperte le attività di formazione per giuntisti di fibra ottica
    Open Fiber ha già raggiunto ad oggi 11,7 milioni di unità immobiliari connesse in modalità FTTH in tutto il Paese sia con investimenti privati sia utilizzando le sovvenzioni pubbliche destinate al programma volto a realizzare la rete in fibra ottica nelle aree bianche (in un altro articolo offriamo alcune indicazioni per scoprire le zone raggiunte dalla fibra FTTH).

    Abbiamo visto come fa la fibra ad arrivare fino a casa o in ufficio descrivendo la struttura della rete nel suo complesso.

    Un ruolo fondamentale nella realizzazione della rete in fibra ottica è svolto dai tecnici giuntisti. Per questo motivo, presso il PoP (Point of Presence) di Roma Tiburtina, Open Fiber ha inaugurato un centro di formazione in collaborazione con ELIS.

    Accanto alla centrale snodo di Open Fiber, che illumina oltre 50mila unità immobiliari della zona, gli studenti del Corso di specializzazione per giuntisti di fibra ottica di ELIS possono esercitarsi in uno spazio di simulazione che riproduce con pozzetti, pali e facciate di edifici gli ambienti cittadini e rurali in cui, un domani, saranno alle prese con la posa della fibra.


    L’integrazione nel PoP di Roma Tiburtina di spazi pensati per la formazione in assetto lavorativo è frutto di una collaborazione che prosegue da anni e che si inquadra in una serie di iniziative finalizzate alla formazione e all’occupazione giovanile.

  • Zephyr: implementazioni errate delle specifiche Bluetooth permettono l'esecuzione di codice
    Zephyr è un sistema operativo real-time (RTOS, real-time operating system) sviluppato per l'utilizzo in varie applicazioni industriali ove sia necessario ottenere una risposta dal sistema entro un tempo prefissato.
    Progetto opensource contraddistinto da codice molto leggero e ridotto ai minimi termini, Zephyr è oggi supportato da realtà di primo livello come Facebook, Google, Intel, Nordic Semiconductors e Adafruit.

    Il sistema operativo supporta più di 200 schede basate su diverse architetture (ARM, Cortex-M, Intel x86, ARC, NIOS II, Tensilica Xtensa, SPARC V8, RISC-V 32) presentandosi quindi come un'ottima scelta per l'installazione da parte dei produttori di dispositivi embedded di piccole dimensioni (gateway IoT, dispositivi di backup portatili, etichette intelligenti, localizzatori, apparecchi acustici, dispositivi - 'pod' - da applicare sui dispositivi di protezione individuale intelligenti).

    Gli sviluppatori di Zephyr confermano che implementazioni imperfette della tecnologia Bluetooth possono portare all'esecuzione di codice arbitrario.
    Nel caso di specie il problema risiede nel Bluetooth LE Link Layer (LL) di Zephyr e nell'implementazione del Logical Link Control and Adaptation Protocol (L2CAP).
    Un eventuale aggressore può sfruttare i problemi di sicurezza per provocare un attacco Denial of Service (DoS) bloccando così il funzionamento del dispositivo o addirittura arrivando all'esecuzione di codice dannoso.

    Nel report di Synopsys pubblicato nelle ore scorse dice si aggiunge che l'esecuzione di codice arbitario in modalità remota può verificarsi in alcune circostanze e che gli aggressori possono innescare la condizione sui dispositivi vulnerabili utilizzando un singolo pacchetto trasmesso via wireless.

    Le prime vulnerabilità nella gestione del collegamento Bluetooth erano state scoperte a febbraio scorso dal ricercatore Matias Karhumaa e subito segnalate al team di sviluppo di Zephyr.

  • Prezzi carburanti su Waze da oggi aggiornati in tempo reale
    Waze ha annunciato l'arrivo di una novità interessante per chi utilizza il 'navigatore social'. Da oggi i prezzi dei carburanti nelle stazioni di servizio vengono aggiornati in tempo reale non soltanto grazie alle segnalazioni degli utenti (wazers) ma attingendo direttamente ai dati pubblicati ogni giorno dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE).
    Waze confronta adesso le informazioni condivise dagli utenti con quelle pubblicate dal Ministero e le presenta sulla mappa in modo da essere facilmente consultate.

    Utilizzata da oltre 140 milioni di persone in tutto il mondo, Waze permette adesso di conoscere il prezzo del carburante in oltre 23.000 stazioni di servizio di tutta Italia permettendo di valutare di volta in volta, grazie al confronto dei listini, qual è il distributore più vicino e più conveniente per fare rifornimento.

    Il costo del carburante visibile su Waze è relativo a benzina e diesel per l'opzione self-service e al servito per metano e GPL.

    La nuova funzionalità sarà attivata a breve, molto probabilmente sia mediante un aggiornamento delle app Android e iOS sia attraverso una modifica lato server.

    Nei mesi scorsi la comunità italiana di Waze si era mossa per inserire sulle mappe oltre 5.000 punti di ricarica per i veicoli elettrici: nella barra di ricerca dell'applicazione basta inserire il simbolo della presa di corrente per trovare le colonnine sparse sul territorio nazionale.
    Volkswagen ha inoltre avviato una partnership con Waze incentrata sul suo veicolo full electric ID.3.

    In un altro articolo abbiamo pubblicato un confronto tra Waze e Google Maps..

  • Intel produrrà chip RISC-V con la collaborazione di SiFive
    L'arrivo di Pat Gelsinger alla guida di Intel sta provocando una vera rivoluzione all'interno dell'azienda.
    La società di Santa Clara ha recentemente deciso di ridare vita al suo programma Intel Foundry Services (IFS): accantonato alcuni anni fa, l'obiettivo è quello di produrre chip per conto di terzi, compresi SoC ARM e RISC-V.

    La creazione e fornitura di un servizio di fonderia è complesso e richiede la standardizzazione molteplici aspetti. La rinascita di IFS ha sollevato molte domande a cui Intel dovrà rispondere.
    È ovvio che Intel da parte sua offrirà la sua tecnologia per i core, le interconnessioni, i sistemi di comunicazione e così via che potranno essere utilizzati sui prodotti delle aziende partner per creare nuovi dispositivi.

    Una delle novità più importanti è forse il supporto dell'architettura RISC-V che rispetto ad esempio ad ARM e alla stessa x86 è aperta e utilizzabile da chiunque senza il versamento di alcuna royalty.

    Intel e SiFive, azienda che detiene una serie di tecnologie sviluppate a partire dallo standard aperto RISC-V, hanno deciso di stringere un accordo che dovrebbe portare vantaggi reciproci.